Psicologa psicoterapeuta a Firenze
Tel. 3805283525

Prendersi cura di sé: Dott.ssa Monica Cerruti psicologa psicoterapeuta a Firenze

amati

PSICOTERAPIA

Relazioni d’aiuto

CONSULENZE DI SOSTEGNO

non sei solo

GRUPPI DI INCONTRO

L’ obiettivo, incontrando i miei clienti, è creare un clima facilitante: un clima empatico, senza giudizio, ma con stima e apprezzamento, sensibile verso i vissuti dell’altro, in cui io mi mostro non solo come professionista, ma come una persona reale e autentica nella relazione. L’altro è attore protagonista nel suo percorso, responsabile di se stesso e libero di decidere dove andare. Come psicologo a Firenze cerco di fare ciò riconoscendomi in un approccio Centrato sulla Persona, valorizzando l’individualità e la tendenza naturale di ciascuno verso uno sviluppo delle proprie potenzialità in qualsiasi circostanza della sua esistenza.

Gli individui hanno in se stessi ampie risorse per auto-comprendersi e per modificare il concetto di sé, gli atteggiamenti di base e gli orientamenti comportamentali. Perché queste risorse possano emergere in modo più fluido e naturale è necessario fornire un clima facilitante nella relazione terapeuta – cliente. Un clima fatto di autenticità, accettazione,comprensione empatica.

Quando tutto ciò è presente, quando le persone si sentono accettate e valorizzate, esse tendono a sviluppare un atteggiamento di maggior cura verso se stesse; quando sono ascoltate in modo empatico,diventa loro possibile prestare maggiore attenzione al flusso delle esperienze interiori. Più una persona comprende se stessa più diventa autentica nei suoi comportamenti, più incentiva la sua crescita e il suo benessere”. (C. Rogers).

Questo è quello che potrete trovare nel mio studio di psicoterapia a Firenze.

Dott.ssa Monica Cerruti
psicologa a Firenzepsicoterapeuta a Firenze

DOVE RICEVO

 A Firenze, Via Delle Carra 22 (zona Porta al Prato/San Jacopino); 

Articolo recente

La parola Hygge deriva dalla parola germanica hyggia, che significa “pensare o sentirsi soddisfatti”. E’ un valore, uno stato emotivo e mentale.
I danesi riconoscono lo hygge come parte della loro cultura, identificandolo sia come un’azione che come uno stato dell’essere. Lo scopo ultimo è creare un clima intimo, sereno e accogliente in cui stare bene con gli altri, la famiglia, gli amici. Si tratta di un lavoro di squadra, tutti hanno un ruolo, ci si aiuta reciprocamente. I problemi personali vengono accantonati, ognuno si sforza di essere positivo, di tenere lontano i dissapori, ciò che è importante è vivere questo momento presente insieme agli altri.
Sentirsi uniti dà un senso e uno scopo alla nostra vita: una persona da sola, che non interagisce con gli altri non ha il giusto sostegno e non può viversi nella sua pienezza.
Mettere da parte se stessi a beneficio del gruppo significa sacrificare i bisogni e i desideri personali per rendere armonioso e piacevole vivere i momenti con gli altri. In cambio avremo il sostegno sociale utile a gestire lo stress: sapere di avere persone con cui poter parlare o a cui potersi rivolgere in caso di difficoltà, rende le persone, più resilienti, più pronte ad affrontare i problemi della vita e a non crollare sotto di essi. Molti, al contrario, tendono a tenersi tutto dentro, portando un carico faticoso su di sé, stoicamente affrontano tutto in solitudine, ma ricerche scientifiche dimostrano che coloro che cercano di essere forti davanti agli eventi negativi soffriranno più a lungo rispetto a chi ha condiviso le sue emozioni e si è mostrato fragile con gli altri.
Lasciare l’ “io” per concentrarsi sul “noi” è scegliere di godere dei momenti importanti e significativi della vita, quelli con gli altri, amici e famiglia, lasciando il resto alle spalle.

Monica Cerruti
Psicologa Psicoterapeuta